Parole Armate. Le Grandi Scrittrici Del Novecento Italiano Tra Resistenza Ed Emancipazione

Parole Armate. Le Grandi Scrittrici Del Novecento Italiano Tra Resistenza Ed Emancipazione

Autore : Valeria P. Babini
Genere : Libri, Letteratura e narrativa, Storia della letteratura e critica letteraria,
Leggere : 7020
Scarica : 5850
Dimensioni del File : 38.88 MB
Formato : PDF, ePub

Prendi Questo Libro

Parole Armate. Le Grandi Scrittrici Del Novecento Italiano Tra Resistenza Ed Emancipazione

La guerra di Liberazione, cui in Italia non è certo mancata la partecipazione civile, ha aperto la speranza di un futuro migliore, tutto da costruire (o ricostruire), donne e uomini insieme. In quella straordinaria stagione dell'Italia, anche le donne hanno partecipato alla Resistenza, prendendo in mano la loro vita e combattendo nei modi più diversi. Hanno sostituito gli uomini nel lavoro, hanno sostenuto le famiglie, hanno offerto solidarietà, rifugio e cura ai partigiani. Pur essendo attive e partecipi, non tutte hanno imbracciato le armi. Alcune di loro hanno scritto, parlato alla radio, istigato al sabotaggio, alla rivolta contro il nazifascismo: insomma hanno usato le parole come armi. La comunicazione è stata la loro trincea. "Parole armate" ricostruisce questa pagina della storia d'Italia ancora poco nota, seguendo alcune scrittrici italiane, tra cui Anna Banti, Maria Bellonci, Alba de Céspedes e Natalia Ginzburg, e ricostruendo il ruolo che hanno svolto durante la Resistenza e nell'immediato dopoguerra, continuando a combattere con l'arma della parola per una democrazia capace di calarsi fin dentro la relazione tra i due sessi. Un racconto avvincente che intreccia storia, letteratura e vita femminile.